Buguggiate (VA) Via Santa Caterina,1  -  Tel: 0332-458338  -  Fax: 0332-457664 -  E-mail: nos@rival.it Importatori: Guanti da Lavoro Showa Best - Facciali Filtranti Segre - Prodotti di Primo Soccorso Cederroth -  Guanti Nos Usa & Getta in Dispenser - Occhiali Protettivi - Cinture Salva Schiena - Teloni di Copertura - Stoviglie Ecologiche - Ecc. Ecc..

17966 LAVAOCCHI TAMPONATO 500 ML.

Prezzo il flacone + iva

Ogni flacone contiene “lavaocchi tamponato” (soluzione isotonica con tampone borato 0,9%.) “sterile”.
Il flacone a questo punto è già pronto per l'uso.
Appoggiare all'occhio la vaschetta “ergonomica” e lavare abbondantemente.
La vaschetta ergonomica indirizza senza sprechi un abbondante flusso di liquido verso l'occhio (diluizione e risciacquo simultaneo della sostanza pericolosa). Le fessure laterali facilitano lo spurgo del liquido, trascinando con se anche il prodotto pericoloso.

Importante considerare che la vaschetta ergonomica, che era protetta dal tappo, viene preservata da sporco o polvere fino al momento dell'uso.

Il lavaocchi tamponato, una volta aperto il flacone, deve essere utilizzato nel giro di qualche ora, e quindi non può essere conservato per utilizzi successivi (anche perché non sarebbe più sterile).

Il prodotto é soggetto a scadenza e non sostituiamo i flaconi scaduti (anno e mese sono indicati sul flacone).

E’ sottinteso che il lavaocchi tamponato, può essere utilizzato anche in tutti i casi di affaticamento degli occhi o irritazioni degli stessi (fatte le dovute valutazioni per il suo costo).E' un altro prodotto della Cederroth ! (La ditta delle ricariche cerotti, lava ferita, ecc…)

INFORMAZIONI TECNICHE A FONDO
        PAGINA  

           

17968 PORTA LAVAOCCHI

Prezzo cadauno + iva

Per inserire il flacone è sufficiente premere il tappo del flacone verso la parte alta del dispensatore.
Consente di posizionare il
“LAVAOCCHI TAMPONATO” vicino alle “aree a rischio”, rendendolo immediatamente rintracciabile ed utilizzabile.
Trattasi inoltre di un dispensatore
“antifurto”, in quanto il flacone, una volta inserito, può uscire dal suo alloggiamento solo se “girato” (APERTURA AUTOMATICA).
Ciò causa la rottura del sigillo sterile e rende inutilizzabile il prodotto per chi volesse “portarselo a casa”.
Quando si estrae il flacone, il tappo rimane nel dispensatore. Roteare il tappo per estrarlo, prima di inserire un nuovo flacone.
Ogni porta lavaocchi è applicabile a parete,
ma non è corredato di viti per il fissaggio. (sarà l'acquirente ad individuare e a utilizzare le viti che preferisce, normali o ad espansione).
Ogni porta lavaocchi č corredato di un cartellino applicabile a parete, che riporta le istruzioni di utilizzo ( non č corredato di viti per il fissaggio).
Il cartellino č provvisto di alcuni elementi fosforescenti che ne consentono l’individuazione anche in presenza di poca luce.

INFORMAZIONI TECNICHE A FONDO
        PAGINA  

INFORMAZIONI TECNICHE.

Su una scala da 0 a 14, i liquidi corporei (compresi quelli oculari), presentano normalmente un grado di pH 7 ( = pH neutro).

Un prodotto acido o alcalino che entrasse in contatto con l’occhio ne altererebbe evidentemente il pH, effettuando azione corrosiva.

 componenti acidi diminuiscono il pH da 7 verso lo 0.
ACIDI COMUNI
Gli alcali elevano invece da 7 verso 14.
ALCALI (o basi comuni)

acido cloridrico
acido solforico
acido acetico
acido nitrico
acido fosforico

idrossido di sodio (es. liscivia e soda caustica)
ammoniaca
calcina
cemento

Ad una più elevata concentrazione del composto acido o alcalino corrisponde evidentemente un maggior effetto corrosivo.

I lavaocchi di vecchia concezione contengono solo un normale sale da cucina (NaC1) e lasciano il pH “al caso”, perché a seconda del pH dell’acqua usata durante la fabbricazione, che è soggetta a grosse differenze, il pH verrà poi fortemente influenzato dal contatto dei composti acidi e alcalini.
Ciò rende meno efficace e meno sicuro il lavaggio oculare con tali prodotti.
N.B.: alcune docce oculari inoltre non garantiscono assolutamente la sterilità del prodotto erogato.

I lavaocchi di nuova concezione invece sono formulati per prevedere anche un composto equilibrato di Borato di sodio. (Tecnicamente chiamato: TAMPONE).

Il TAMPONE aumenta la capacità di resistere alle alterazioni del pH, anche in presenza di forti acidi o alcali, ma soprattutto neutralizza velocemente e rende innocui, diluendoli e lavandoli via, gli acidi o gli alcali durante il trattamento oculare. (Questo è ciò che serve per evitare o ridurre i danni all’occhio !)

La CEDERROTH, che produce esclusivamente articoli di “primo soccorso” di elevata qualità, ha evidentemente formulato un “LAVAOCCHI TAMPONATO” ai massimi livelli !

E’ però evidente che il lavaggio oculare deve iniziare nel minor tempo possibile rispetto al sorgere dell’incidente, perché alcuni composti iniziano a danneggiare l’occhio in pochissimo tempo. (L’ammoniaca lo fa in 4/5 secondi !)

Il tempo di attesa tra l’incidente e l’utilizzo del lavaocchi aggrava ulteriormente la situazione perché il composto pericoloso tende a progredire dalla superficie oculare verso l’interno.
Da ciò scaturisce che il lavaocchi deve essere sempre collocato in prossimità delle “aree a rischio” e deve essere immediatamente rintracciabile.

Tenere anche presente che quando si inizia il lavaggio oculare, è importante non interromperlo fino all’arrivo del medico e/o durante il trasferimento al “pronto soccorso”, portando almeno un altro flacone per il viaggio. (Il lavaggio deve essere continuo ed abbondante utilizzando se necessario anche più di un flacone).

E’ IMPORTANTE ANCHE CONSIDERARE CHE NON SEMPRE GLI SCHIZZI PERICOLOSI SCELGONO UN SOLO OCCHIO E CHE A VOLTE SI RENDERA’ NECESSARIO L’UTILIZZO IN CONTEMPORANEA DI 2 FLACONI (UNO PER CIASCUN OCCHIO).